L' arte della memoria

Home » Programma delle attività

Programma delle attività

Annunci

 

Visite guidate Aprile – Giugno 2018

APRILE

SABATO 7 APRILE – VILLA DEI QUINTILI
Lungo la Via Appia sorse la più estesa dimora privata del suburbio romano, proprietà di una delle più importanti famiglie senatorie della media età imperiale, i Quintili, passata in seguito nei possedimenti dell’imperatore Commodo.
Costituita da un nucleo residenziale centrale, da due imponenti aule termali, un grande ninfeo, uno stadio e un giardino a ippodromo, è stata di recente oggetto di indagini che hanno permesso di chiarire nuovi aspetti dell’articolazione planimetrica e degli apparati decorativi.
(a cura di Sara Millozzi)
Appuntamento: ore 15:00, Via Appia Nuova, 1092
Costo: € 7,00 visita guidata + € 6,00 biglietto intero (ridotto € 3,00 per i cittadini della Unione Europea tra i 18 e i 25 anni e docenti della Unione Europea)

SABATO 14 APRILE – SAN PIETRO IN MONTORIO E TEMPIETTO DI BRAMANTE
La chiesa di San Pietro in Montorio costituisce una significativa testimonianza dell’architettura romana di fine Quattrocento contaminando, in un assetto sostanzialmente unitario, forme e tipologie di diversa provenienza.
Il tempietto, realizzato a fianco della chiesa nei primissimi anni del Cinquecento su progetto di Bramante, è espressione di un momento irripetibile di umanistica coincidentia tra culto dell’Antico e Cristianesimo. Situato sul luogo ritenuto a lungo del martirio di Pietro, riprende l’impianto degli antichi templi peripteri rotondi e allo stesso tempo celebra, nella forma circolare e nelle figurazioni cristiane delle metope del fregio dorico, l’autorità universale della chiesa di Roma.
L’interno della chiesa è in condizioni conservative purtroppo molto critiche ma permette di ammirare, nella prima cappella a destra, un capolavoro assoluto: la Flagellazione di Sebastiano del Piombo dipinta a olio su muro, così potente da influenzare lo stesso Caravaggio meno di un secolo dopo.
(a cura di Rossella Faraglia e Renata Samperi)
Appuntamento: ore 9:00, Piazza di San Pietro in Montorio
Costo: €7,00 visita guidata; offerta libera per l’illuminazione

DOMENICA 22 APRILE – MURA AURELIANE (II parte): DA PORTA S. SEBASTIANO A PORTA METRONIA
Le Mura Aureliane furono costruite a difesa della capitale negli anni tra il 270 e il 275 d.C. Questa seconda passeggiata si snoda lungo un ampio tratto, compreso tra Porta S. Sebastiano e Porta Metronia. Lungo il percorso, oltre alle 30 torri che testimoniano interventi databili dall’epoca romana al XX secolo, si incontrano due delle porte più significative dell’intera cinta, Porta Latina e Porta Metronia. Porta Latina, così chiamata dalla strada che l’attraversa, è del tipo ad un solo fornice con due torri circolari ai lati ed è inquadrabile tra gli interventi di Onorio agli inizi del V secolo. Invece Porta Metronia fu completamente ricostruita nel XII secolo, come ricorda una epigrafe murata sulla parete settentrionale, che menziona gli interventi commissionati dal neonato Comune di Roma nel 1157, e rappresenta uno dei pochi esempi di restauri medievali di tutta fortificazione.
(a cura di Valeria Bartoloni)
Appuntamento: ore 10,00, Porta San Sebastiano
Costo: € 7,00 visita guidata

MAGGIO

SABATO 5 MAGGIO – VIAGGIO A FIRENZE
La visita sarà articolata in due parti: al mattino visiteremo il Museo degli Innocenti e il pomeriggio faremo la classica passeggiata nel centro storico, dal Duomo di Santa Maria del Fiore al Battistero, e infine a Santa Maria Novella. Il Museo degli Innocenti è stato aperto poco meno di un anno fa, dopo una ristrutturazione architettonica che si è aggiunta all’edificio noto come “Spedale degli Innocenti” iniziato da Filippo Brunelleschi nel 1419, uno dei primi esempi di architettura rinascimentale. Il percorso di snoda in tre sezioni: al piano interrato, in un allestimento di grande efficacia e con supporti multimediali, è ricostruita la storia dell’Istituto degli Innocenti che, dalla sua nascita nel XIV secolo fino al 1875, ha accolto bambini che venivano lasciati dai genitori, i cosiddetti “nocentini”. Aprendo cassetti troveremo segni tangibili della loro storia, dal “segno” che veniva lasciato perché potessero essere riconosciuti, alle note scritte che riguardano la storia della loro permanenza. Al piano terra è illustrata la storia della evoluzione architettonica dell’edificio e infine, al primo piano, è allestita la piccola ma preziosa raccolta artistica dell’Istituto, con opere di Ghirlandaio, Botticelli e Luca della Robbia.
(a cura di Sonia Bozzi e Rossella Faraglia)
Appuntamento:ore 7,30 entrata Stazione Termini Via Giolitti, sotto il tabellone luminoso
Costo: € 85,00: visita inclusi biglietti musei e chiese e viaggio andata e ritorno in treno; € 45,00 escluso viaggio in treno

SABATO 12 MAGGIO – BASILICA DI SAN PAOLO FUORI LE MURA
Una delle quattro basiliche papali di Roma, è forse quella che maggiormente conserva l’impianto e l’aspetto dell’edificio medievale, nonostante i rifacimenti seguiti al devastante incendio che la distrusse parzialmente nel 1823. Ricchissima è la storia di questa chiesa che fu fortificata come una cittadella e divenne sede di un’importante abbazia benedettina: al suo interno notevoli sono i resti dell’epoca medievale, primi tra tutti il ciborio di Arnolfo di Cambio e il chiostro (forse tra i più belli di Roma) dei Vassalletto, ma recenti scavi archeologici hanno portato alla luce – oltre al perimetro dell’abside della chiesa primitiva – anche ambienti di servizio dell’antico monastero femminile e parte della strada che i pellegrini percorrevano per arrivare nei pressi della tomba di san Paolo, che la tradizione vuole sepolto qui, sotto l’altare.
(a cura di Stefania Botti)
Appuntamento: ore10,00 di fronte all’ingresso della Basilica, P.le San Paolo 1
Costo: € 7,00 visita guidata + € 3,00 biglietto di ingresso al chiostro

SABATO 19 MAGGIO – PASSEGGIATA SULL’APPIA ANTICA CON “APERIVISITA”
Il primo tratto della via Appia non è soltanto uno dei luoghi più carichi di testimonianze del passato, ma uno dei pochi posti romani dove è possibile percepire ancora oggi le suggestioni ricevute dagli artisti che dalla fine del Settecento cominciarono a pensare al paesaggio come genere prediletto per farsi veicolo di emozioni. Non solo: la via Appia era una delle mete predilette dei viaggiatori nordeuropei del Grand Tour,di cui Goethe rappresenta l’esempio paradigmatico, che giungevano a Roma per confrontarsi de visu con la classicità. Protagonisti della passeggiata saranno i monumenti, ma soprattutto le atmosfere respirate tra fine Settecento e prima metà dell’Ottocento: cammineremo da San Sebastiano fino a Cecilia Metella, intervallando la narrazione delle vicende di artisti, letterati e viaggiatori dell’età romantica, con letture di poesie e brani che hanno fermato le emozioni di quei luoghi. A ricordo delle scorribande conviviali al tramonto dei protagonisti delle storie che racconteremo, concluderemo la visita con un aperitivo in una delle fraschette di Capo di Bove.
(a cura di Matteo Piccioni)
Appuntamento: ore 17,00 Basilica di San Sebastiano Fuori le Mura, via Appia Antica 136
Costo: € 7,00 visita guidata

SABATO 26 MAGGIO – OSTIA ANTICA (I PARTE)
Fondata secondo la leggenda da Anco Marzio e prima tra le colonie romane per data di fondazione e vicinanza all’Urbe, Ostia Antica restituisce al visitatore la più completa immagine di quella che era la vita quotidiana dell’uomo romano in età imperiale. Con una superficie tale da renderlo il più esteso sito archeologico del pianeta, sarà necessario suddividerlo in due visite guidate per renderlo maggiormente comprensibile.
Durante questa prima visita, prendendo avvio dalla necropoli che fiancheggia l’antica via Ostiense entreremo nella città attraverso Porta Romana e, percorrendo il Decumano, visiteremo alcuni tra i più importanti luoghi pubblici (templi, terme, il Teatro e il Foro) e privati (insulae e caseggiati). Oltre a questi, avremo modo di esaminare edifici come il mulino, la popina e la fullonica, impossibili da trovare altrove a Roma.
(a cura di Sara Millozzi)
Appuntamento: ore 10,00 Viale dei Romagnoli, 717
Costo: € 7,00 visita guidata + € 10,00 (ridotto € 5,00)

GIUGNO

SABATO 9 GIUGNO – MOSTRA “TURNER. OPERE DALLA TATE” – CHIOSTRO DEL BRAMANTE
La Tate Britain di Londra e il Chiostro del Bramante organizzano le prima mostra romana interamente dedicata al grande protagonista della pittura di paesaggio della prima metà dell’Ottocento, Joseph Mallord William Turner (1775-1851). Si tratta di una selezione delle opere del Turner Bequest (Lascito Turner), i lavori che provenivano dallo studio personale del pittore e che ne rappresentano, dunque, il lato più intimo. La mostra raccoglie più di 90 opere, tra schizzi, studi, acquerelli, disegni e olii che raccontano i suoi ricordi e le sue emozioni,e che ci mostrano i suoi appunti di viaggio e gli spunti per i dipinti più impegnativi; si tratta di opere che permetteranno di immergerci nel “laboratorio” dell’artista e di scoprire i segreti della sua tecnica e del suo stile che influenzò enormemente tutta la pittura a venire, addirittura fino all’Informale del secondo dopoguerra.
(a cura di Matteo Piccioni)
Appuntamento: ore 15,30 Chiostro del Bramante, Via della Pace
Costo: € 7,00 visita + €12,00 Biglietto

SABATO 16 GIUGNO – SAN PIETRO IN MONTORIO E TEMPIETTO DI BRAMANTE
La chiesa di San Pietro in Montorio costituisce una significativa testimonianza dell’architettura romana di fine Quattrocento contaminando, in un assetto sostanzialmente unitario, forme e tipologie di diversa provenienza.
Il tempietto, realizzato a fianco della chiesa nei primissimi anni del Cinquecento su progetto di Bramante, è espressione di un momento irripetibile di umanistica coincidentia tra culto dell’Antico e Cristianesimo. Situato sul luogo ritenuto a lungo del martirio di Pietro, riprende l’impianto degli antichi templi peripteri rotondi e allo stesso tempo celebra, nella forma circolare e nelle figurazioni cristiane delle metope del fregio dorico, l’autorità universale della chiesa di Roma.
L’interno della chiesa è in condizioni conservative purtroppo molto critiche ma permette di ammirare, nella prima cappella a destra, un capolavoro assoluto: la Flagellazione di Sebastiano del Piombo dipinta a olio su muro, così potente da influenzare lo stesso Caravaggio meno di un secolo dopo.
(a cura di Rossella Faraglia e Renata Samperi)
Appuntamento: ore 10,00 Piazza di San Pietro in Montorio
Costo: €7,00 visita guidata; offerta libera per l’illuminazione

DOMENICA 24 GIUGNO – OSTIA ANTICA (II parte)
La nostra visita riprenderà avvio dalle Terme del Foro (le più estese di Ostia, con una superficie originaria di 3200 m² dove, tra le altre cose, avremo modo di osservare una forica ancora splendidamente conservata. Attraverseremo nuovi luoghi e spazi della vita civile e religiosa per arrivare ad un affascinante Mitreo con un’immagine di culto davvero insolita; da qui il nostro percorso proseguirà lungo il Decumano Massimo dove visiteremo le Tabernae dei Pescivendoli e il Macellum (mercato di primizie) in direzione di Porta Marina. Usciti dalla città incontreremo infine la Sinagoga ostiense, la più antica sede di culto ebraico in tutta l’Europa occidentale.
(a cura di Sara Millozzi)
Appuntamento: ore 15,30 Viale dei Romagnoli, 717
Costo: € 7,00 + € 10,00 (ridotto € 5,00)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: