L' arte della memoria

Home » Uncategorized » Visite del fine settimana 29 e 30 novembre – 1 dicembre

Visite del fine settimana 29 e 30 novembre – 1 dicembre

VENERDI 29 NOVEMBRE – PALAZZO COLONNA – APPARTAMENTO PRINCIPESSA ISABELLE – Permesso speciale –
AppartamentoColonnaIl Palazzo dei Colonna, una delle più antiche ed influenti famiglie della nobiltà “nera” romana, sorge sulle fondamenta del tempio della divinità egizia Serapide, alle pendici del Quirinale, in Piazza Ss. Apostoli. Un coccodrillo di porfido, proveniente da quell’antico sito, accoglie i visitatori dell’appartamento della principessa Isabelle, una stupefacente sequenza di sale di impronta sei-settecentesca, decorate da finissimi paesaggi e trompe-l’oeil ad affresco, da una collezione di vedute di Vanvitelli e da un prezioso mobilio. I mobili e le decorazioni rispecchiano fedelmente la collocazione originaria, e l’impressione di essere ospiti di un luogo senza tempo rende questa visita particolarmente affascinante.
(a cura di Matteo Piccioni)
Costo: € 27,00 (7,00 visita guidata + 20,00 biglietto di ingresso)
Appuntamento: Ore 10,30 – Piazza Ss. Apostoli, 66
SABATO 30 NOVEMBRE ore 9,30 – STANZE DI RAFFAELLO E PINACOTECA VATICANA (senza fila)
Scuola_AteneI Musei Vaticani sono stati spesso oggetto di nostre visite ma per la Pinacoteca, situata in una speciale palazzo all’interno del complesso dei Musei, non avevamo ancora proposto una visita specifica. All’interno, capolavori assoluti come il Polittico Stefaneschi di Giotto, la Pala di Monteluce di Raffaello, il San Girolamo incompiuto di Leonardo da Vinci, i grandi Angeli ad affresco di Melozzo da Forlì, la Deposizione di Caravaggio, uno dei quadri rifiutati del Merisi, nonché uno dei vertici della sua pittura. L’ultima sala, in penombra, conserva la Trasfigurazione di Raffaello, sublime unione di classicità e innovazione geniale, ultimo dipinto dell’Urbinate, alla sua morte posto nella camera ardente, “la quale opera, nel vedere il corpo morto e quella viva, faceva scoppiare l’anima di dolore a ognuno che quivi guardava” (Vasari).
Il Raffaello giovane, osannato pittore di corte, lo vedremo all’opera nelle “Stanze” vaticane, appartamenti semi-privati dei papi Giulio II e Leone X, suo capolavoro e palestra della sua sterminata bottega di aiuti.
(a cura di Stella Bottai)
Quota di partecipazione: € 28,50 (7,00 visita guidata + 16,00 biglietto + 4,00 diritti di prenotazione e no fila + 1,50 auricolari)
Appuntamento: Ore 9,30, Viale Vaticano
DOMENICA 1 DICEMBRE ore 15,30 – BASILICA DI SAN CLEMENTE
San_ClementeTra i più impressionanti esempi di reimpiego di strutture preesistenti della Roma cristiana, il titulus Clementis costituì il primo nucleo delle successive strutture basilicali del IV e XII secolo. Il primo scavo di metà ’800 portò alla luce il vasto complesso sottostante che comprendeva anche un mitreo. Scavi più recenti hanno precisato la datazione e la destinazione di taluni ambienti. Oggi i sotterranei sono ampiamente e comodamente visitabili e alle pareti le storie ad affresco di S. Clemente e S. Alessio offrono una testimonianza rara della pittura a Roma nell’ XI secolo. Tornati al livello della più recente struttura basilicale si potrà ammirare lo straordinario mosaico con il Trionfo della Croce, degno ornamento della chiesa, ricostruita verso la fine del XII secolo, durante una delle tante “rinascenze” dell’arte pittorica.
(a cura di Rossella Faraglia)
Costo: € 12,00 (7,00 visita guidata + 5,00 biglietto)
Appuntamento: ore 15,30 – Via San Giovanni in Laterano, all’ingresso della basilica
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: